Depurazione aria – Ventilazione

IMPIANTI DI VENTILAZIONE
I nostri impianti di ventilazione per la depurazione dell’aria sono diversi a secondo le caratteristiche di funzionamento che devono avere, raggruppabili in tre grandi categorie:

  • Torrini di estrazione
  • Estrattori da condotto
  • Areazione della Grow room
  • Contattaci per ulteriori informazioni o preventivi
     

     

    TORRINI DI ESTRAZIONE

    Per l’estrazione di aria viziata (cucine, servizi igenici, laboratori) con temperatura massima 80 °C. sono più indicati i torrini di estrazione, i quali possono svolgere anche funzioni di asportazione fumi in emergenza incendio.
    Un impianto viene dimensionato sulla base della volumetria di tutto l’alloggio, provvedendo ad estrarre l’aria carica d’umidità e di inquinanti da quei locali dove è maggiore la loro produzione. Nel contempo, per garantire un flusso costante di “lavaggio” dell’aria interna, vengono collocate delle bocchette di ingresso che provvedono all’immissione di nuova aria.
    In linea generale esistono tre tipologie di impianti, basati su componenti semplici, affidabili ed a ridotta manutenzione.

  • AUTOREGOLABILE: è il sistema più semplice ed affidabile per garantire una ventilazione costante degli ambienti. Il sistema si basa su un ventilatore collegato a bocchette d’estrazione ed immissione a portata autoregolata, stabilita in base ai dati di progetto.
  • IGROREGOLABILE: consente la regolazione automatica delle portate in funzione dell’umidità presente nell’ambiente. Le bocchette d’estrazione sono provviste di una treccia in tessuto reattivo all’umidità che modifica la sezione di passaggio dell’aria, all’interno di un campo di funzionamento predeterminato in fase costruttiva. Le bocchette d’ingresso aria possono essere sia autoregolabili, sia igroregolabili. Nel primo caso il volume d’aria immesso è regolato dalla depressione interna creata dal ventilatore e dalla portata massima su cui è tarata la bocchetta; nel
    secondo caso è la stessa bocchetta d’ingresso aria igroregolabile a modificare la propria pervietà in ragione dell’umidità registrata, in modo analogo a quello delle bocchette d’estrazione d’aria. Quest’ultima tecnologia consente, nei mesi intermedi ed invernali, di mantenere costantemente l’umidità relativa nel campo di norma, con un risparmio energetico considerevole.
  • DOPPIO FLUSSO: sia i flussi in estrazione sia in immissione confluiscono in un ventilatore dotato di scambiatore di calore. Questo sistema è in grado di fornire un elevato comfort dato dal recupero energetico e dal filtraggio continuo dell’aria. E’ la soluzione più indicata nei casi di certificazione energetica degli edifici. Tutte queste soluzioni possono essere attuate anche nell’ambito del terziario e dell’industria, accanto ad altre studiate appositamente per le differenti esigenze di queste categorie: estrattori da condotto, torrini di estrazione, cassoni di estrazione o immissione, diffusori.
  •  

     

    ESTRATTORI DA CONDOTTO

  • Impianti di raffrescamento
    Gli impianti di raffrescamento sono una soluzione ecologica al raffrescamento di ambienti industriali, in cui gli impianti di condizionamento avrebbero costi di investimento e costi di gestione troppo elevati. Permettendo di riprodurre e mantenere, durante tutta la giornata, condizioni climatiche confortevoli dando una piacevole sensazione di fresco.
    Gli impianti di raffrescamento sono costruiti con materiali anticorrosione, vasca e pannelli di chiusura in acciaio inox, struttura in profilati di alluminio. Sono inoltre interamente smontabili per agevolarne l’installazione in luoghi di difficile accesso.
    I quadri elettrici, studiati appositamente per i vati tipi di impianto, permettono di gestire il funzionamento e di segnalare le condizioni ambientali e le situazioni di anomalia.
  • Impianti di diffusori d’aria
    Il diffusore d’aria applica i principi aeraulici degli effetti, di uno o più getti d’aria in un ambiente, creando flussi controllati che possono generare elevati effetti induttivi con conseguenti forti miscelazioni oppure fronti compatti di pressione che spostano grandi masse d’aria a basse velocità fino alla diffusione a dislocamento. I getti d’aria sono ottenuti con la perforazione di un supporto tessile flessibile, impermeabile all’aria che si gonfia con la pressione controllata del sistema di produzione dell’aria opportunamente trattata a seconda del tipo d’impianto e dell’ambiente in cui viene realizzato.
    I diffusore d’aria sono ideati e progettati per risolvere i vari problemi di distribuzione d’aria che si presentano negli impianti di riscaldamento, climatizzazione, ventilazione e raffrescamento sia in ambienti civili che industriali. A seconda delle applicazioni la foratura viene dimensionata e realizzata per soddisfare le migliori condizioni di comfort nelle condizioni di esercizio più gravose.
  •  

     

    AREAZIONE DELLA GROW ROOM (aria di coltivazione)

    L’areazione nella grow room e in generale il ricircolo dell’aria è un fattore di primaria importanza. Una buona areazione permette alla nostra aria di coltivazione di evitare accumulo di umidità e innalzamento della temperatura.
    Il processo di estrazione dell’aria diventa quindi un elemento indispensabile il cui obiettivo è l’estrazione dell’aria interna in modo che tutta l’aria venga estratta ogni 4/6 minuti. Un sistema di estrazione si compone dei seguenti elementi:

  • L’estrattore per aspirare l’aria
  • La condotta o tubo flessibile di estrazione
  • La ventola per l’immissione dell’aria fresca
  • Un ventilatore (opzionale per migliorare il ricircolo d’aria)
  • Un filtro a carboni attivi (opzionale per eliminare gli odori in uscita).
  • Contattaci per ulteriori informazioni o preventivi

    Annunci